URBANO ANDANTE – OPERE DI GIUSY LAURIOLA


invito

DA SABATO 07 FEBBRAIO 2015 

Liberarte presenta “Urbano Andante” la mostra dedicata a una serie di opere dell’artista romana Giusy Lauriola a cura di Margherita Grasselli.

“Giusy Lauriola si concentra sugli esterni. Osserva i passanti in un contesto urbano che è quello di Roma, la sua città: uomini e donne privi di identità. L’artista sceglie di dipingere prevalentemente con il bianco, il nero e il blu, che mischia ottenendo anche i grigi. Spesso le persone che descrive sono sagome bianche. Nell’anonimato  è come se questi individui svelassero un segreto: la loro anima.

“Nelle tele dell’artista romana si stagliano figure umane all’interno di paesaggi urbani. Sono sagome bloccate nel dinamismo di un percorso del quale non interessa ne l’inizio ne la fine. Sono attori che agiscono con la nostra testa nell’epopea urbana. Siamo noi. Un dettaglio diviene la chiave per entrare in questo mondo. Esteticamente accattivanti, queste piccole icone ci prendono per mano e portano l’osservatore dentro al quadro. Uno, più dettagli apparentemente senza anima ci fanno alzare il capo per vedere ai nostri lati.” Racconta lo storico dell’arte Carlo Ercoli.

La tecnica pittorica è arricchita da colate di resina. Questo materiale mentre sembra creare distacco tra l’autore e l’opera, restituisce quella patina lucida, riflettente e vivace, metafora della brillantezza dei colori della vita e nella sua capacità di rispecchiare diventa anche un mezzo per guardare dentro se stessi. L’artista, scegliendo di usare una tavolozza limitata principalmente al bianco e nero, con qualche libertà di blu, offre un’interpretazione della realtà che sa di negativi fotografici, per proporre una sua visione urbana in fermento e offrirne una soluzione poetica.